Fili in polidiossanone

Ott 20, 2015

0

Fili in polidiossanone

Posted in : Chirurgia plastica estetica, Uncategorized on by : Elisabetta G

I Fili in polidiossanone (PDO) sono prodotti invisibili e non sensibili al tatto indicati per per il trattamento delle zone del corpo flaccide come la coscia, le braccia, i glutei, l’addome e sono sottili fili di un particolare materiale, il polidioxanone (PDO) riassorbibile e compatibile, utilizzato molto anche nella chirurgia cardiaca, per la sua grande capacità di coesione cellulare. Nella medicina estetica si usa per la sua stimolazione a produrre collagene e creare quindi un effetto lifting sulla pelle senza chirurgia.


Una volta impiantati, ogni filo genera collagene determinando un effetto tensore e questo con l’elastina mantengono il tessuto del derma compatto e portano a avere la pelle liscia.

Il loro effetto è immediato e dura molto e migliora adirittura dopo 2-3 mesi dalla procedura di impianto. Il loro efffetto dura ca un anno se supportati da cure pre e post intervento.Ai primi segni di cedimento della cute viene sempre consigliato di intervenire di nuovo per non perdere i risultati del precedente trattamento.

Sono indicati per migliorare la tensione e l’elasticità della cute quando è poco o moderatamente flaccida su braccia coscia, ginocchia, glutei, decolleté e addome.
I fili vengono impiantati nel derma con sottili aghetti simili a quelli utilizzati per iniettare la tossina botulinica o i filler. E vanno a formare una maglia nei tessuti più colpiti dalla flaccidità sistemati ad hoc dal medico estetico con cui si concorda preventivamente l’intervento e il loro posizionamento nel derma.

L’intervento poi dura poco, dai 30 ai 60 minuti.Non è doloroso e il paziente può ritornare subito alla sua normale routine .

Come effetti indesiderati può capitare che nei primi giorni, i fili provochino un edema ed ematomi che comunque si risolvono in breve tempo .

Non causano allergie o rigetto, però sono controindicati in gravidanza, se c’è infezione nella zona del trattamento, malattie autoimmuni, diabete grave, malattia vascolare grave e altre malattie gravi.

Lascia un commento