Chirurgia estetica per l’addome

Set 7, 2015

0

Chirurgia estetica per l’addome

Posted in : Chirurgia plastica estetica, Uncategorized on by : Elisabetta G

I paragrafo:che cos’è l’addominoplastica
L’addominoplastica è un intervento di chirurgia estetica che ha come scopo la correzione di un inestetismo della parete addominale comunemente definito con il termine di addome pendulo.Nell’addome pendulo la cute ed il tessuto sottocutaneo della parete addominale pendono come un grembiule sul pube sino  a coprire gli organi genitali nei casi più gravi. Se consultate i vari siti come www.jdm.it potete trovare valide spiegazioni sul tipo di intervento.

II paragrafo:fattori predisponenti l’addome pendulo
Fattori che predispongono a questo inestetismo sono il sesso femminile,le gravidanze, una scarsa tonicità dei muscoli dell’addome e sopratutto l’obesità, in particolare dopo interventi sullo stomaco o sull’intestino eseguiti per ottenere un rapido dimagrimento.

I pazienti obesi che si sottopongo a questi interventi devono  spesso eseguire in un secondo tempo questo  intervento di chirurgia estetica detto addominoplastica perché la perdita di abbondante tessuto grasso sottocutaneo dovuto al dimagrimento fa si che l’addome nella sua parte inferiore penda come un grembiule sul pube.

III paragrafo:come si esegue l’intervento
L’intervento di addominoplastica viene eseguito sempre in  sala operatoria e in anestesia generale. Deve avvenire quindi  in una struttura ospedaliera. Non può essere eseguito  in anestesia locale ed in un ambulatorio.

Occorrono circa 90-120 minuti per eseguirlo in base all’abilità del chirurgo ed alla quantita’ di tessuto che bisogna asportare .

Questo intervento di chirurgia estetica consiste nell’asportare quella parte di cute e grasso sottocutaneo dell’addome che sono in eccesso e che formano il cosiddetto grembiule.

Si esegue una prima  incisione cutanea  sopra il pube che congiunge  con un decorso a concavità verso l’alto le due spine iliache.Un’altra incisione viene eseguita  a congiungere le due spine iliache sopra l’ombelico con una concavita’ verso il basso. Consultate il sito www.jdm.it e troverete la soluzione estetica per i vostri problemi.

Si esegue quindi lo scollamento di tutta la parete addominale cutanea e sottocutanea dal piano muscolare sottostante sino a raggiungere le coste.

Si asporta la parte in eccesso che costituiva il grembiule e si attacca mediante punti di sutura sottocutanei e cutanei il margine  inferiore della parete addominale  al margine superiore del pube.

L’ombelico viene reimpiantato attraverso un nuovo foro praticato nella parete dell’addome.  Sotto la cute vengono posti due tubi per il drenaggio  del  sangue e del siero che si raccoglie nei giorni successivi al disotto della parete addominale.

Il paziente può essere dimesso il giorno dopo l’intervento di addominoplastica ma i tubi di drenaggio devono essere mantenuti per almeno sette giorni.

I punti di sutura vengono tolti dopo almeno quindici giorni.

Rimane una cicatrice poco visibile al disopra del pube simile alla cicatrice trasversale che rimane dopo un parto cesareo ma di lunghezza maggiore .

Esistono in commercio delle creme e delle pellicole a base di placenta che possono essere applicate per rendere ancora meno visibile la cicatrice.
Sul sito www.jdm.it trovate le soluzioni migliori di chirurgia estetica.
Il paziente deve infine  portare una fascia elastica contenitiva dell’addome per circa sei mesi perché questo intervento di chirurgia estetica abbia un risultato il più possibile soddisfacente

Lascia un commento